30^ tappa: Scuole FISM di Cesena e Forlì

Presso le scuole FISM di Cesena e Forlì la mostra è stata presentata così:

“LA MOSTRA COLORATA:

 UN’ESPOSIZIONE A MISURA DI BAMBINO”

Nella nostra scuola dell’infanzia sarà possibile ammirare un’originale mostra di quadri. Per quale motivo originale e unica?

Si tratta di una mostra itinerante, che abbiamo l’onore di ospitare, curata da un poliedrico personaggio a noi caro: Anna Peiretti, narratrice e caporedattrice (per citare alcune delle sue attività) della rivista per l’infanzia “La Giostra”. Infatti possiamo dire che Anna sia per noi maestra di narrazioni ed emozioni, dunque crediamo alle sue stravaganti proposte proprio perché ci corrisponde  la persona che anima i suoi progetti.

In questo caso si tratta di 10 opere d’arte illustrate da Coco Cano, di volta in volta narrate da illustri autori per l’infanzia, il tema è essenziale e immediato: IL COLORE. Colore che prende forma attraverso la pittura e la parola che lo esplicita: dunque l’arte multiforme e multisensoriale…i nostri occhi si immergeranno nel colore puro e le nostre orecchie udiranno rime ardite e azzeccate!I bambini avranno l’occasione di gustare questa molteplicità artistica accompagnati dalle famiglie in modo da abbinare il suono delle filastrocche, lette da una voce amata, all’esplosione del colore!

 

 

Le insegnanti hanno raccolto i commenti dei visitatori dalla voce dei bambini.

FEDERICA: “La mia mamma è rimasta incantata dai quadri!”

CARLOTTA: “La mia mamma ha letto la mostra e ha detto: E’ bello leggere!!”

NOEMI: “Le storie mi piacevano e mi fanno tranquillizzare.”

FRANCESCO: “Mi piacciono molto le storie perché ci sono gli animali.”

FILIPPO: “Ho letto la storia della pantera, poi abbiamo scoperto tra i nostri libri la rivista con il quadro della pantera…era uguale!!”

TEORA: “La mia mamma mi ha letto due storie, e mi ha detto leggiamo le altre! Ma non ce l’abbiamo fatta.”

EDOARDO: “Il mio babbo mi ha letto “il grillo”, era bella, l’ho scelta io!”

CESARE: “Grazie Loretta che ci hai letto le storie!”

Un ringraziamento speciale alla scuola “Suore Francescane” di Forlì  e alla instancabile Ivana Marzocchi.