Il diavolo burattino dal Museo Castello dei Burattini, di Parma

Mamma come sei brutto, Belzebino,
con quella faccia magra, tutta scura,
con quel naso feroce e aquilino,
e quello sguardo che mi fa paura!

Mamma, come sei brutto, Satanaccio,
con le tue corna rosse come braci,
vestito con quel polveroso straccio!
Vuoi sapere una cosa? Non mi piaci.

Però, se io infilo la mia mano
dentro di te, nel buco del buratto,
diventi meno brutto, meno strano,
perché sono io, a farti fare il matto.

È il diavolo!