La grande gara (dis)gustosa

Luigi Dal Cin ci racconta di una gara di dolci, in cui si scopre come vengono le cose buone! Ci sono anche i disegni da colorare!

Il leone e la leonessa stavano riparandosi dal sole sotto un grande baobab, quando la leonessa sollevò la testa e disse al leone: − La vita qui nella savana è sempre uguale, mai che succeda qualcosa di interessante... ora, caro, tu che sei il re: perché non organizzi qualcosa per movimentare le giornate dei tuoi sudditi?

Il leone aprì appena un occhio: − Una gara di danza per gli elefanti? − chiese, sbadigliando.
− Già fatto, l’anno scorso! − rispose la leonessa.
− Una gara di bellezza per le scimmie pelose?
− Uffa, tesoro, già fatto! Spremi la tua fantasia, sei o non sei il re! − Il leone allora strinse gli occhi, corrugò la fronte e cercò di concentrarsi. Sentiva solo il suo stomaco borbottare per la fame e questo gli impediva di pensare a qualsiasi altra cosa che non fosse cibo.
− Una gara di dolci! − esclamò allora. E già si leccava i baffi soddisfatto: con un paio di ruggiti annunciò la nuova sfida, e in breve la voce corse veloce nella savana.
Ogni animale era convinto di conoscere l’ingrediente che lo avrebbe fatto vincere, e così tutti si misero al lavoro, ma ciascuno per conto proprio.
La giraffa pensò di fare un tiramisù con le foglie che stavano in cima agli alberi, dove solo lei poteva arrivare; le api pensarono ad una torta con il miele; la bufala un dolce con il latte; la scimmia a una crostata con le banane; il topolino a dei biscotti con i semi di sesamo... ogni animale della savana decise di utilizzare l’ingrediente che conosceva meglio.
Ma poi la giraffa chiese alla bufala: − Il mio tiramisù sarebbe più gustoso se contenesse anche del latte. Me ne daresti un po’ del tuo?
− Eh no! – le rispose la bufala – Voglio che il mio dolce sia l’unico a contenere il latte. Così sarò io a vincere!
Poi il topolino bussò all’alveare: − Ho bisogno del vostro miele per i miei biscotti... me ne potreste regalare un po'?
− Eh, no! – gli rispose l’ape portinaia – L’ape regina vuole che la nostra torta sia l’unica a contenere il miele. Così sarà lei a vincere!
Arrivò il momento della sfida. Tutti gli animali si misero in fila per offrire il proprio dolce al leone che, seduto sul suo trono, teneva nella zampa un cucchiaio d’oro e già si leccava i baffi.
La bufala era la prima. Il leone affondò il cucchiaio nel suo dolce: − Bleah, sa troppo di latte! − disse disgustato. Poi fu il turno dell’ape regina. Il leone affondò il cucchiaio: − Bleah, è troppo dolce!
Alla fine degli assaggi il leone concluse: − I dolci diventano buoni solo se si mescolano insieme ingredienti diversi: così come li avete fatti sono davvero disgustosi! La gara è rimandata a domani.
− Ha ragione, insieme agli altri è meglio... – disse allora la bufala – domani ci scambieremo gli ingredienti così i nostri dolci diventeranno deliziosi, ciascuno a modo suo! E vincerà davvero il migliore!
Tutti applaudirono, tranne il leone che stava ascoltando il suo stomaco borbottare ancora per la fame.
 

Disegni da colorare: 
La grande gara (dis)gustosa
La grande gara (dis)gustosa
La grande gara (dis)gustosa