Vuoi saperne di più sul Disco Pathè?

Che cos'è?
È un disco pathé, del primo Novecento.

Il disco pathè è l’antenato del CD musicale: era fatto di cera, e aveva un diametro di 50 centimetri! Era così largo perchè girava lentamente, faceva 110 giri al minuto; dentro il disco c’era tanta musica. Veniva letto in strumenti chiamati pathèfoni, speciali grammofoni costruiti apposta per leggere i dischi pathè. Cento anni fa la musica si ascoltava così!

Dove è?
Al Museo del Disco d’Epoca di Longiano (Fc), che si visita anche on line:

http://www.museodeldiscodepoca.com/.

I dischi Pathè sono chiamati così dal nome della azienda che li produsse, la Pathé.

Fu fondata da due fratelli, Charles e Emile Pathè, nel 1896; l'azienda produceva apparecchi fonografici e apparecchiature per il cinema. La loro produzione principale era quella dei dischi a 100 giri, adatti al grammofono.

La registrazione iniziava dal centro e si sviluppava a spirale verso l'esterno. Registravano musica classica.

I dischi pathè arrivarono in Italia nel 1924, grazie a Guglielmo Marconi, l’inventore della televisione.

Grazie a Davide Parenti per la collaborazione.