La pila di Volta, dal Museo della Fisica dell'Università La Sapienza a Roma.

Il Museo delle cose possibili ci presenta il primo strumento della storia in grado di produrre corrente elettrica. Non è fantastico?

Che cos'è?
C’era una volta un Volta che metteva
dischetti di metallo, uno alla volta:
pazientemente li sovrapponeva,
di zinco e rame. Per far cosa? Ascolta.

Li sistemava uno sopra l’altro,
e in mezzo, forse per comodità,
metteva un disco di carta o di feltro
dotato di una certa acidità.

Un oggetto prezioso,
scolpito e delizioso:
per fare un dono a sé,
a un Duca, oppure a un Re?

Cos’era? Una torta multistrato?
Come una torta, e forse anche di più,
quel gioco, un’energia avrebbe fornito:
ma quale energia? Dimmelo tu.

È la pila di Volta!