Vuoi saperne di piu' sull'abaco romano?

Abaco romano in bronzo - I secolo d.C.

(nell'immagine, la copia) 



Ricordate che… 
Il concetto di numero è innato nel nostro cervello: esistono aree predisposte al calcolo. 

I bimbi capiscono bene la quantità fin da piccolissimi, ma al momento di insegnare loro i primi numeri naturali, spesso chiedono da dove vengono, quasi fossero oggetti concreti. 

Il mito della dea romana Numeria aiuta ad introdurre il tema ed a favorire l’apprendimento giocoso. 

L'abaco 
La scoperta dell’abaco, in una forma semplificata, avviene nel corso del primo anno di scuola primaria. 

La parola “abaco” viene dal greco àbax, che vuol dire “tavoletta per fare i conti”. In ebraico 'abaq è la polvere su cui si tracciavano i segni per fare i conti. L'abaco è un antico strumento di calcolo, un grosso aiuto anche oggi per effettuare operazioni matematiche. 


Un abaco è una tavoletta (può essere costruita con vari materiali) con delle scanalature parallele (asticelle), che convenzionalmente indicano le unità, le decine, le centinaia e così via. 
Ogni asticella ha delle palline, o pietruzze (si chiamano proprio “calcoli”) che vengono mosse quando si procede ad una operazione matematica. 

L'abaco che vedete in figura è stato costruito dai piccoli visitatori del Museo della Matematica di Roma. 

Il Museo si trova temporaneamente presso il Dipartimento di Matematica dell’Università di Roma “La Sapienza“ (piazzale Aldo Moro 5). 

I Racconti di Numeria - Museo della Matematica del Comune di Roma è il primo museo civico dedicato alla storia del pensiero esatto ed alla divulgazione della cultura della matematica, intesa come laboratorio interattivo con il pubblico. In questo Museo la matematica non si “dimostra” ma si “mostra” concretamente con l’ausilio di exhibit interattivi, sotto la guida di personale esperto. Il pensiero è trasformato in azione, si conosce attraverso il fare: questo è il metodo che ha scelto il museo per “mostrare” quello che in matematica si dimostra. 

Il museo è visitabile gratuitamente solo previa prenotazione. La visita è guidata!