Analisi dell'opera: La neve

In quest’opera l'artista usa dei fili metallici per sostenere una lamiera con qualche macchia di colore; da questa pendono sottili fili d’ottone che richiamano i rami di un albero.
In cima ad un’asta metallica, spuntano, da fiori che sembrano essere richiami di primavera, dei guanti: forse sono le lunghe mani inguantate della Neve, simili a quelle di un direttore d’orchestra e sembrano deporre sui rami il silenzio della nevicata.
Sul sostegno più alto dell’intelaiatura è appesa una catenella dove c’è una palla: è la luna, bianca come i fiocchi di neve. I pieni e i vuoti si alternano nello spazio creando ritmi quasi musicali, sottolineati da colori dominanti: la doratura dell’ottone e il bianco del tessuto.