Analisi dell'opera: Vetrate di CHARTRES

Vetrata della Cattedrale di Chartres

1200-1236

Chartres, Francia

 

La cattedrale di Chartres in Francia possiede la più bella collezione di vetrate al mondo. Il vetro delle vetrate era fatto di sabbia e di cenere di faggio fusi e mescolati a temperature caldissime, ai quali si aggiungevano dei metalli e delle polveri colorate, per colorare il vetro.
I visi ed i dettagli erano dipinti e la pittura era cotta al forno. I pezzi di vetro erano tagliati e fissati tra loro col piombo per fare un pannello. I pannelli erano riuniti dalle barre di ferro ed incastrati nella pietra delle finestre. I vetri erano tagliati con una punta metallica incandescente.
In questa vetrata viene rappresentata la storia dell’alluvione universale, dell’arca di Noè e della colomba che porta il ramoscello d’ulivo, simbolo della terra ritrovata e della pace tra Dio e gli uomini.