Rosa ciucciadito

Janna Cairoli ci accompagna in una storia ricca di emozioni. E se anche mamma e papà si succhiassero il dito? Per fortuna la nonna ha una soluzione per tutti!

Per Rosa ciucciarsi il dito  è la cosa più bella del mondo. Serve per consolarsi quando si cade, per addormentarsi quando si ha sonno, per   passare il tempo quando ci si annoia. Eh, sì, ciucciare è una grande soddisfazione.

“Se continui a  succhiarti il dito ti cresceranno i dentini in fuori come quelli di un coniglietto!”, le dice ogni tanto la maestra. Ma a lei non importa: i coniglietti le sono simpatici. “ È ora che la smetti, non sei più una bambina piccola!”, le dice la zia.

Ma Rosa pensa che lei non è grande: a tavola deve ancora mettere il cuscino sotto il sedere per arrivare al piatto!”

“Se continui così ti consumi il dito!”, le dice il nonno.

Rosa guarda il suo pollice che è un pochino rosso, ma pensa che le dita mica si consumano! Una mattina, però, succede una cosa strana: mamma Elena la viene a svegliare... ciucciandosi il dito! Rosa la guarda meravigliata. Le mamme sono grandi e mica possono succhiarsi il dito come i bambini!

“Ti verranno i denti in fuori come un coniglietto!” la sgrida la bambina. “Non so cosa mi succede!”, si lamenta la mamma “Non posso andare al lavoro così!”. Ma non c’è niente da fare e mamma Elena va a lavorare con il pollice in bocca.

La mattina dopo, quando Rosa va in cucina, trova papà Eduardo che legge il giornale ciucciandosi il dito anche lui. La bambina lo guarda a bocca aperta. Questa è grossa!  Non può mica farsi accompagnare all’asilo da un papà ciucciadito! La prenderebbero in giro tutti!  

“Non riesco a trattenermi!”, si lamenta il papà.

Quel giorno all’asilo l’accompagna la nonna. Rosa è preoccupata. E se papà e mamma non  smettessero più di ciucciare? Ma la nonna la rassicura. “Non ti preoccupare.  Anche io da piccola ero una ciucciadito. Ma una notte apparve una fatina con la sua bacchetta magica e disse che mi avrebbe aiutato”. Rosa la ascolta incantata.

“Come era piccola quella fatina?" “Come il tuo pollice”, risponde la nonna. “Ma tu davvero vuoi smettere di ciucciare?”

Rosa fa sì con la testa. “Sì, perché fra un po’ sono grande. E anche mamma e papà”.

“Allora vedrai che la fatina questa notte lascerà anche a te la formula magica”. Rosa quella sera fece fatica ad addormentarsi. Il mattino dopo, sul tavolo, trovarono un biglietto argentato dentro un barattolo.

“Filastrocca di terra e di mare

serve a smettere di ciucciare,

metto il pollice all’ingiù

e non ciuccerò mai più.”

“La puoi ripetere ogni volta che ti viene  voglia di succhiarti il dito,” dice la nonna. “Vedrai che a poco a poco comincerà à a funzionare! E serve anche a mamma e papà.” “Evviva” grida Rosa. “Così non  diventeremo la famiglia Ciucciadito!”

Disegni da colorare: 
Rosa ciucciadito
Rosa ciucciadito
Rosa ciucciadito