Oh, quante cose vedrai!

Qual è il migliore augurio che si può fare a qualcuno? Quello di vedere il mondo, conoscere, fare incontri ed esperienze.

Dr. Seuss, OH, QUANTE COSE VEDRAI! Mondadori, 2016

«Congratulazioni! Oggi è il tuo giorno». Le prime righe di questo libro in rima ci accolgono con un sorriso: siamo fortunati, questo giorno è nostro e siamo in cammino verso Luoghi Importanti. E, immediatamente dopo, «Cammina, vai avanti!». Scopriamo così che l'incipit del libro è un'esortazione che non ammette tentennamenti e, girata la pagina, ecco l'attrezzatura di cui disponiamo per questo cammino «Hai cervello nella testa. Hai piedi nelle scarpe»: tutto quello che ci occorre per il nostro percorso è in noi. Possiamo andare dove vogliamo, siamo noi che decidiamo dove. Possiamo provare una strada e accorgerci che non è quella che fa per noi, possiamo cambiare direzione. Durante il tragitto accadranno molte cose; la strada sarà anche in salita; ci saranno impigli e cadute assicurate, ma «Andrai avanti... e di fronte ad ogni ostacolo, qualunque esso sia troverai la tua via».

CHIAVE di LETTURA

Il viaggio è una metafora della vita che appartiene a grandi e piccini. Dr Seuss in questo libro in rima ci mostra tutta la complessità di questa faticosa, ma meravigliosa, esperienza.

Maria Lunelli, bibliotecaria e membro di redazione di Nati per Leggere