Vita dell'artista: Giuseppe Penone

"Il giardino migliore è quello in cui ci si può perdere, dove non ci sono problemi di natura o cultura perché l'uomo è natura, non è un programma" (Giuseppe Penone)

Giuseppe Penone è un artista piemontese che ha fatto parte del movimento artistico dell'Arte Povera, famoso in tutto il mondo per il suo modo anticonvenzionale di lavorare con l'energia della materia e della vita.

Piombo, rame, pece, cera, legno, cuoio, argilla, marmo, bronzo...sono alcuni degli elementi che puoi trovare nelle sue opere, ma sicuramente il suo preferito è l'albero!

Penone, che è nato e vissuto nelle campagne e nei boschi piemontesi, osserva come interagisce l'uomo con la natura, e come l'ambiente esterno plasmi l'essere umano e il pensiero e viceversa.

Importantissimo nel suo lavoro di scultore è l'osservazione e il contatto con la natura: dal contatto nasce la memoria, il dialogo, il pensiero che costruisce la persona e la società.

"Ridurre il gesto della scultura a qualcosa di molto semplice , come il toccare."

Ascoltare la natura, immergersi in lei, osservare la diversa concezione del tempo e della luce che hanno i mondi animali, vegetali, minerali e umani in base alle loro esigenze esistenziali e entrare, tramite l'arte, nel mistero dell'organizzazione del mondo. Per Penone l'uomo può riuscirci usando l'intelletto ma anche i sensi, coinvolgendo il corpo come strumento primario di conoscenza del mondo.

Siamo davvero un tutt'uno con la natura!

Forza della natura, 1968-oggi, calco in bronzo della mano d'artista e albero

Pelle di marmo, 2007, marmo