Vuoi saperne di più sul magazzino dei venti?

Il Magazzino è lo spazio del vento e della fantasia. È il laboratorio, la vetrina di un’idea: quella di creare a Trieste il Museo della Bora e del Vento. Un "museo in progress" per prendere confidenza con il progetto, in una dimensione intima e raccolta. Un piccolo centro di documentazione, dove scoprire libri e curiosità eoliche da Trieste (es. le famose corde della bora) e dal mondo (es. il pindekan di Bali). Il Magazzino vuole essere il laboratorio, la vetrina di un’idea: quella di creare a Trieste il Museo della Bora e del Vento.
Per il momento 60 metri quadrati, dietro le rive, vicino all’Università “vecchia”, sono lo spazio giusto per prendere confidenza con il grande progetto del museo, in una dimensione intima e raccolta.
Il Magazzino, vuole mostrare “a puntate” e con mezzi limitati (ma non per questo inefficaci) cosa si potrà vedere nel futuro museo.

Un Working progress
Il Magazzino, inaugurato il 31.01.04, è uno spazio che crescerà a poco a poco in un “working progress”. Uno spazio che non promette di essere esaustivo (per quello ci sarà il museo vero), ma dove un po’ alla volta, si potrà scoprire come si misura la velocità del vento, quali sono i venti del Mediterraneo, si potrà approfondire il tema dell’energia, si “imparerà” la bora, scoprendone caratteristiche e curiosità (come le memorabili corde...). Ma, ci teniamo a precisarlo: un po’ alla volta. Inoltre, ci sarà la possibilità di giocare con il vento, durante laboratori dedicati ai bambini (ma non solo) che potranno realizzare girandole ed altro, per preparare al meglio Girandolart la festa del vento e della fantasia.

Vento e fantasia
La fantasia, l’originalità, la freschezza e la leggerezza (quella delle Lezioni Americane di Calvino…) saranno fondamentali nella filosofia del Magazzino, prima, e del Museo, poi. Il futuro Museo dovrà avere un spirito tutto suo, ironico, divertente, dovrà “rispettare” il carattere della bora, così burbera e incostante ma anche così vicina alla poesia, e non dovrà scadere nel “folklore” o in una dimensione da “strapaese”. Il Museo dovrà essere innovativo, unico, vivo. Libero, come l’aria, come il vento. Forte, unico, memorabile, come una giornata di bora. Nel Magazzino dei venti di tutto il mondo, dentro il Museo, è custodito il Mistral. È il vento che soffia da Nord-Ovest. Quando arriva porta bel tempo. Lucia Allemandi-Schmeltzer, che è la moglie di un libraio andato in pensione, è riuscita a raccoglierlo a Aix en Provence, in Francia. Lo ha messo in una bottiglia di vetro e poi lo ha mandato a Trieste. Ora sta accanto al Brisbane, al Shargi e tanti altri; quanti venti!

Il Magazzino dei Venti
Via Belpoggio, 9
Visite su appuntamento
Tel. 040 30 74 78 (con segreteria)
E-mail: museobora@iol.it
www.museobora.org