ANIMALANDIA

"Il faut regarder toute la vie avec des yeux d'enfants" diceva Matisse: è un'idea che mi piace dal punto di vista emotivo, artistico ed esistenziale. I bambini sono Atlantide, l'Eldorado, l'Isola che non c'è; possiedono la purezza, come gli animali e la natura; sono tutt'altro che perfetti ma sanno donarci l'idillio e la spontaneità che va dritta al centro delle cose. Sono la vita, sono veri. Parlare con loro significa mettersi in gioco e nutrire speranza, creatività e sinestesia” ci ha detto Carlo Grande quando gli abbiamo chiesto di scrivere per noi.

ANIMALIA è da dodici anni il titolo di una rubrica sul quotidiano La Stampa e Carlo Grande è il suo autore. Per La Giostra ha scritto anche la storia L’asinella dei vulcani (settembre 2019) e da settembre la nostra ANIMALANDIA. Le illustrazioni sono di Andrea Rivola

La Giostra racconta gli animali, perché?

Le qualità attribuite agli animali sono così universali, così radicate, che il noto psicologo Carl Jung li definì “parti della memoria inconscia o culturale della collettività”. Il fascino che gli animali esercitano sull’umanità risale ai tempi della Preistoria, come dimostrano le tracce rinvenute in tutta Europa, soprattutto nelle regioni mediterranee, sia nelle pitture murali della Francia meridionale, sia nei rilievi portati alla luce dagli scavi in Egitto. Gli animali sono divinità all’origine della creazione in molte tribù degli indiani d’America: il corvo la volpe e il coyote hanno un’importanza straordinaria per questi popoli. Tra le tribù l’animale a due zampe (l’uomo), in quanto più giovane, rappresentava l’infanzia mentre gli animali, più anziani e con maggiore esperienza, i maestri dell’umanità.

Per la credenza indigena c’è la certezza che le persone devono imparare dal proprio ambiente, in generale, ma dagli animali, in particolare. L’uomo deve adattarsi a ciò che lo circonda, trovando il proprio posto nel mondo, piuttosto che cercare di piegarlo al proprio volere. L’uomo non è superiore, né un controllore e neanche il proprietario della Terra, ma è parte di essa e parte di una famiglia più vasta, una famiglia originaria che comprende sia piante sia animali.

Con la rubrica ANIMALANDIA, riusciamo a raccogliere la grande curiosità dei bambini per gli animali, appassionandoli nella conoscenza del loro modo di stare al mondo; gioire della compagnia degli animali è  il più bel modo per insegnare loro che tutti gli esseri viventi, dalle piante agli insetti, dai pesci ai grandi mammiferi, vanno rispettati e onorati perché fanno parte del patrimonio di tutti.

Carlo Grande

Carlo Grande, torinese, è scrittore, sceneggiatore e regista. Lavora oggi come giornalista a La Stampa, dopo aver collaborato con varie testate nazionali. Ha scritto reportage, romanzi e libri di racconti che hanno vinto premi letterari; tra questi "La via dei Lupi" (Tea). Il suo docfilm "Last Angeles" è su AmazonPrime Video Usa e UK.

Rubrica: