Cosa c'è sotto i miei PIEDI?

La vita pullula anche là sotto: nel buio della terra densa, nascosta ai raggi del sole, percorrendo altre strade in mezzo ad altri suoni continua l'esistenza con grande intensità. Radici, insetti, corsi d'acqua, animali dal grande fiuto, semi pronti a germogliare e molto altro! Cammina sull'erba a piedi nudi e raccolgi tutte le tue sensazioni.
Scarica la scheda di ARTE per scoprire la metropolitana di Napoli, dai!

 Anche gli artisti hanno celebrato la vita UNDERGROUND!

Artisti e architetti sono stati (e sono tutt'oggi) coinvolti nella progettazione delle stazioni principali, ciascuna caratterizzata da tematiche prese dal loro nome.

Così in Stazione Dante troverai riferimenti al sommo poeta, in Stazione Quattro Giornate echi delle rivolte che precedettero la liberazione della città dal nazifascismo, in Stazione Università riferimenti ai nuovi linguaggi tecnologici e così via tra Vanvitelli, Materdei, Salvator Rosa, Cavour, Municipio etc... 

Un meraviglioso libro illustrato dall'arte contemporanea che, nel buio sotto terra, si apre per intrattenere, raccontare e stupire gli occhi dei viaggiatori.

Vai a Napoli e fai un viaggio nelle stazioni dell'arte della linea 1 della metro... Benvenuto nel mondo UNDERGROUND dell'arte per tutti! È il più grande museo gratuito d'arte contemporanea aperto al mondo: decine di opere d'arte che circondano pendolari e viaggiatori, alcune talmente straordinarie - come Crater de Luz - da meritare il premio di stazioni più belle del mondo!

METRO DELL'ARTE è un work in progress che ha preso il via negli anni Novanta: venne scelta la linea 1 del metrò come "galleria" d'arte contemporanea, facendo un dono straordinario agli abitanti della città che quotidianamente affollano una grande metropolitana in una grandissima meravigliosa città: Napoli.

Stazione Toledo è una delle più ammirate della metropolitana, progettata dall'artista e architetto Oscar Tusquets Blanca: spettacolare è Crater de Luz che collega il piano strada con i 40 mt di sottosuolo ai quali arriva la metropolitana. Qui domina l'azzurro caratteristico del cielo e del mare di Napoli, illuminato dall'opera Relative Light di Robert Wilson, migliaia di led programmati nella gamma cromatica degli azzurri per creare continue variabili luminose.

Ad altri piani di Stazione Toledo si trovano altre opere quali per esempio una straordinaria processione a mosaico di William Kentridge, ispirata a quelle tradizionali della liturgia cattolica. È San Gennaro a guidarla; il santo patrono della città di Napoli (amatissimo dai cittadini e famoso in tutto il mondo) conduce strane creature - umanoidi fatti di strappi, avanzi, resti e in parte oggetti - ispirate alla storia della città e d'Italia, in un'atmosfera evocativa e surreale anzi....sub-reale

Continuando sui vari livelli si alternano monumentali opere di Francesco Clemente e Shirin Neshat, Oliviero Toscani e Ilya e Emilia Kabakov.  

Emanuela Bartolini

Lavora da venti anni presso il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Museo dì Arte Contemporanea dove insegna a curiosi di tutte le età a esplorare ed amare l'arte. 

AllegatoDimensione
PDF icon Scarica la scheda di ARTE E'. Metropolitana di Napoli829.21 KB