ARTE E GIOCO 

A partire da un'opera d'arte, questo mese del Caravaggio, La Giostra suggerisce spunti per il gioco.

Ci piace credere con l'artista sarda Maria Lai che l'arte è gioco, e quindi il gioco è il modo migliore per avvicinare i bambini all'opera artistica. 

“Il gioco è l’arte dei bambini, l’arte è il gioco degli adulti.
La felicità non nasce dal sogno, ma dalla possibilità di inventare la vita nella dimensione poetica.
Ci sono giochi che non portano a nulla, sono i giochi senza regole, fantasticherie.
Il gioco, come l’arte, ha regole severe e una macchina che porta lontano”
Maria Lai

Guardate l'opera di Caravaggio; è il suo capolavoro, Narciso. È mostrato il momento in cui Narciso si china sulla fonte e cerca di afferrare la propria immagine. È tutto il mito ad essere rappresentato qui. Lo spazio del quadro è diviso verticalmente in due porzioni speculari, come in una carta da gioco: vediamo sopra il Narciso in carne e ossa, sotto il suo riflesso.

I bambini vivono le emozioni dello specchio; scoprono la simmetria nel gioco. Che bello costruire una composizione in cui ogni elemento trova il suo corrispondente. Per questo gioco bisogna raccogliere elementi naturali; rametti, fili d’erba, fiori, altro. Invece degli elementi naturali si possono usare piccoli oggetti (tappi, cannucce, matite…)

Nel PDF allegato trovate altri spunti per l'attività.  Gioca con l’arte, La Giostra ti accompagna in questa esperienza. 

 

Emanuela Bartolini

Lavora da venti anni presso il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Museo dì Arte Contemporanea dove insegna a curiosi di tutte le età a esplorare ed amare l'arte. 

AllegatoDimensione
PDF icon Scarica la scheda di ARTE E GIOCO. Caravaggio e la simmetria460.67 KB