Con questa rubrica de La Giostra prendiamo spunto da alcuni aforismi che ci hanno colpito per offrire ai genitori una riflessione sui bambini.   

Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e non trovò nessuno. Martin Luther King

La paura è una espressione naturale e istintiva dell’esistenza, di fronte di ciò è ignoto, o pericoloso. Ogni età ha le sue paure, così ne ha il bambino che affronta situazioni sempre nuove e possiede poca conoscenza del mondo e di se stesso. È necessario accogliere con pazienza e dolcezza le paure dei nostri figli, perché non si trasformino in esperienze traumatizzanti, minando l’autostima e la sicurezza personale.

Generalmente le paure del bambino sono transitorie: lo aiutano a sviluppare la capacità di reagire alle situazioni impreviste e a mantenere comportamenti di sicurezza. Molti timori nascono invece dal mondo interiore, così sensi di colpa e sentimenti negativi possono trasformarsi in fantasmi e mostri. La paura di essere abbandonati, ad esempio, si riflette in quella di restare all’asilo nido.

Che cosa può fare il genitore, in concreto, per sostenere il figlio? Prima di tutto ascoltarlo con dolcezza,  aiutandolo a trovare le parole per esprimersi, immedesimandosi nelle sue emozioni, proponendo piccole strategie per affrontare la situazione, narrando le sue paure infantili e quelle attuali. È evidente che tutti provano emozioni simili. Perché non disegnare situazioni ed elementi che spaventano, rappresentare nel gioco simbolico i propri timori? Le storie sono una buona modalità, indiretta, per permettere al bambino di identificare e conoscere le emozioni,  immedesimandosi in personaggi e situazioni in cui le difficoltà si risolvono e le paure si superano. Delicatezza, rispetto, comprensione e ascolto empatico aiutano a capire quando, e come, poter dare una “tenera e morbida” spintarella al superamento delle emozioni.

È questione di coraggio; il bambino si riconoscerà capace e fiducioso nelle sue possibilità.

(Maria Antonietta Simeoli, autrice della rubrica degli aforismi)

Grazie all'artista Coco cano per la concessione delle opere (cococano.com)

Rubrica: